Psicomotricità

Dietro ogni parola, c’era una volta un gesto
André Leroi-Gourhan

Il Nido ha al suo interno un’esperta psicomotricista che accompagna i bambini in un percorso motorio durante l’anno educativo.
La psicomotricità è una pratica educativa che consente al bambino di esprimersi in modo globale   spontaneo, rispondendo così ai suoi bisogni più profondi; in essa gioco motorio, vita immaginativa ed espressività convivono e si arricchiscono reciprocamente.
Partendo dal piacere di giocare con il corpo in movimento, si aiuta il bambino a rielaborare le proprie esperienze emotive ed affettive, a maturare a livello cognitivo e a sviluppare in modo armonico la propria personalità, cominciando dalla costruzione attiva di un'identità corporea solida e positiva, base imprescindibile per ogni ulteriore evoluzione. 
Lo psicomotricista accoglie ed interpreta l'espressività globale del bambino, accompagnandolo nel percorso evolutivo, aiutandolo a sviluppare il gioco, dando all'azione direzione, senso e contenimento. 
Utilizza il gioco spontaneo, il movimento, l'azione e la rappresentazione perché è tramite l'azione e il piacere, che il bambino scopre e conquista il mondo.
Il bambino non gioca per imparare ma impara perché gioca e questo avviene in un luogo preciso: la sala di pratica psicomotoria, uno spazio ricco, vario, colorato, che prevede la presenza attenta di un adulto che accoglie le produzioni dei bambini, condivide le loro emozioni e il loro piacere e li accompagna nel percorso di crescita. Un adulto che accoglie e contiene le difficoltà, le paure, le scoperte, i desideri, favorendone l'espressione e la comunicazione, disponibile all'ascolto e allo stesso tempo garante della sicurezza. 

 

condividi
Iscriviti alla Newsletter
sarai sempre aggiornato su novità, eventi e progetti della Coop.va

Dona il tuo 5x1000

Loading…